Congedo di paternità

Tempo di lettura 2 minuti

Che cos’è il congedo di paternità?

Vi sono alcuni casi in cui è possibile fruire del congedo di paternità al posto della maternità.

Il congedo paternità 2020 può essere fruito nel caso in cui sussistano determinati eventi riguardanti la madre. I quali sono di seguito elencati:

  • morte della madre;
  • grave infermità della madre;
  • abbandono del figlio da parte della madre;
  • affidamento esclusivo da parte dell’organo giudiziario al padre;


Cosa spetta

Il padre lavoratore che si trova in uno degli eventi sopra riportati, ha diritto a fruire dello stesso trattamento che avrebbe fruito la madre grazie al congedo di paternità.

congedo di paternità (1)
  • facebook

Quindi un’indennizzo pari all’80% della retribuzione media globale giornaliera, calcolata sulla base dell’ultimo periodo di paga.


Congedo di paternità facoltativo

Il congedo di paternità facoltativo può essere richiesto dal padre lavoratore a patto che la madre rinuci a fruire dei giorni richiesti dal padre.

Verrà così anticipata la fine del congedo della madre in rapporto a giorni richiesti dal padre.

Durante il congedo l’inps riconosce al lavoratore un’indennità pari al 100% della retribuzione media giornaliera percepita.

A tal proposito è opportuno ricordare che i padri avranno a disposizone solo 4 giorni di congedo obbligatorio.


Congedo di paternità come fare domanda

Vi sono due diverse modalità di presentazione della domanda:

  • nel caso in cui l’indennità fosse anticipata dal datore di lavoro il dipendente deve comunicare al proprio datore di lavoro le date in cui intende fruire del congedo 15 giorni prima, e in questo caso non sarà necessario presentare domanda all’Inps;
  • nel caso in cui si trattasse di lavoratori per il quale sussiste l’obbligo di inoltro della domanda presso l’Inps, potranno inoltrare domanda presso il portale telematico dell’istituto previdenziale (se in possesso di spid o di pin cittadino) o recarsi presso un centro caf/patronato e ricevere assistenza gratuita.

Post consigliati

Congedo di Paternità

Che cos’è?

Il congedo di paternità è l’astensione dal lavoro da parte del padre per tutta la durata del congedo di maternità o per la parte residua che spetterebbe alla madre lavoratrice.

In seguito alla riforma Fornero è stato previsto che i lavoratori padri, entro i primi 5 mesi di vita del bambino, hanno diritto a richiedere 4 giorni consecutivi di assenza dal lavoro senza che lo stipendio venga decurtato.

Congedo di paternità: Durata

La durata del congedo di paternità è pari a quella del congedo di maternità o alla parte residua di quest’ultimo se la madre ne ha già usufruito.

  • Fino al 2015 i papà potevano godere solo di un giorno di congedo obbligatorio più altri 2 giorni di congedo facoltativo, alternativo al congedo dio maternità della madre entro e non oltre il 5° mese di vita del bambino;
  • Dal 2016 e 2017 la normativa è stata modificata per effetto della nuova legge di stabilità che ha di fatto aumentato, in via sperimentale, la durata del congedo obbligatorio fino a 2 giorni;
  • A partire dal 2019 per effetto della legge di bilancio, i giorni del congedo di paternità diventano 5, la stessa legge di bilancio concede la possibilità ai lavoratori di astenersi dal lavoro per un ulteriore giorno in sostituzione della madre;

Congedo di paternità: Chi può accedere?

Possono richiedere il congedo di paternità tutti i lavoratori dipendenti (compresi quelli della pubblica amministrazione), i parasubordinati, chi ha un contratto di apprendistato, i soci di società cooperative, entro e non oltre il 5° mese di vita del bambino.

Congedo di paternità: Importi

I padri lavoratori che richiedono il congedo obbligatorio o facoltativo, hanno diritto a fruire di 4 giorni astensione dal lavoro ad un indennità pari al 100% della retribuzione, con possibilità anche di chiedere un giorno in più a valere su quelli della madre.

L’indennità è a carico dell’inps, tuttavia viene anticipata in busta paga dal datore di lavoro e successivamente recuperata attraverso il conguaglio con i contributi da versare mensilmente all’istituto.

Congedo di paternità come richiederlo:

Sono previste due modalità per richieder la fruizione del congedo obbligatorio o facoltativo:

  • Nel caso in cui il congedo venga anticipato dal datore di lavoro e poi recuperata con successivo conguaglio, la richiesta di congedo di paternità deve essere presentata in forma scritta al datore di lavoro e in tale comunicazione devono essere indicate le date in cui il papà intende usufruire dell’astensione dal lavoro, con un anticipo almeno di 15 giorni;
  • Nel caso in cui il pagamento dell’indennità avvenga in modo diretto da parte dell’inps, la domanda deve essere presentata per via telematica all’istituto attraverso il portale inps o recandosi presso un ente di patronato.