Skip to content

Bonus 800 euro per i genitori separati o divorziati

Bonus 800 euro per i genitori separati o divorziati
9 Settembre 2022
Condividi su
Tempo di lettura 3 minuti

Per in genitori separati o divorziati è stato pensato e definito un nuovo bonus economico fino a 800 € al mese. Questo bonus è stato sviluppato come una prestazione economica a favore dei genitori separati o divorziati che si trovano in una condizione di difficoltà economica come conseguenza della crisi strettamente connessa all’emergenza sanitaria da coronavirus.

Tale tipologia di contributo è stato, in un primo momento, introdotto dal Decreto Sostegni ed è stato poi soggetto conferma da parte della Legge Delega Fiscale per aiutare i genitori a riuscire a continuare a versare gli assegni di mantenimento per i propri figli.

All’interno di questo articolo andremo ad approfondire che cos’è il bonus di 800 euro per i genitori divorziati e separati oltre che a comprendere quali sono i requisiti specifici per fare domanda per avere accesso al bonus.

Di cosa si tratta

Il bonus 800 euro per i genitori separati si connota come un aiuto economico pensato a favore dei genitori separati o divorziati che hanno almeno un figlio.

La motivazione principale in forza al quale è stato istituito un Fondo per i genitori lavoratori separati o divorziati è rappresentata dalla volontà di supportare economicamente le persone separate o divorziate che, a causa della riduzione, sospensione o perdita del lavoro dovute agli effetti dell’emergenza Covid, non hanno la possibilità concreta di riuscire a garantire la continuità del versamento degli assegni di mantenimento dovuti.

Tale misura si va ad affiancare agli altri aiuti direttamente pensati a supporto delle famiglie, dei lavoratori e delle imprese introdotti dal Governo.

Andando a considerare il fondo per genitori separati e divorziati emerge che questo prevede una dotazione finanziaria di 10 milioni di euro per il 2021, poi spostati al 2022, da utilizzare per concedere un bonus dal valore massimo di 800 euro mensili.

Questo bonus di 800 euro è stato introdotto dalla Legge 21 maggio 2021, n. 69 di conversione, con modificazioni, del Decreto-legge 22 marzo 2021. n. 41 (c.d. Decreto Sostegni) e confermato dal Decreto fiscale convertito in Legge. Si ricorda che il decreto è rimasto “bloccato” fino al 1° agosto 2022, momento in cui la Ministra Elena Bonetti, impegnata per le Pari Opportunità, ha firmato il decreto attuativo di cui si attente la diffusione del testo.

Requisiti per la richiesta del bonus di 800 euro

Così come sopra anticipato il bonus 800 euro è stato pensato per quelle persone separate o divorziate che hanno figli e che hanno un lavoro. Per accedere al bonus di 800 euro è necessario che i figli siano minori oppure non autosufficienti o affetti da handicap grave. Questo significa che possono beneficiare dell’agevolazione solo i genitori lavoratori che hanno cessato, ridotto o sospeso l’attività lavorativa a causa della pandemia da coronavirus, tale per cui si trovano in una condizione in cui non sono in grado di garantire il versamento dell’assegno di mantenimento.

Sulla base delle informazioni ad oggi disponibile è necessario che il richiedente soddisfi determinati requisiti, ovvero:

  • avere un reddito uguale o inferiore a 8174 euro nell’anno di richiesta;
  • dimostrare una contrazione oppure una sospensione dell’attività lavorativa dall’8 marzo 2020 di almeno 90 giorni o una riduzione dell’ammontare del reddito di almeno il 30% rispetto al 2019.

Si chiarisce che maggiori dettagli operativi saranno dati per mezzo di un avviso dedicato sul sito del Dipartimento della famiglia, sulla scia del Decreto attuativo di prossima emanazione su cui vi terremo aggiornati.

Inoltre, il bonus 800 euro genitori separati:

  • vale a favore del genitore che si trova in stato di bisogno, che deve occuparsi del mantenimento proprio e dei figli minori, ma anche dei figli maggiorenni portatori di handicap grave, conviventi,
  • che non abbia ottenuto, in tutto o parzialmente, l’assegno di mantenimento per inadempienza dell’altro genitore, nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 marzo 2022.

Si ricorda che vige un limite di reddito, tale per cui per ottenere detta agevolazione occorre che il reddito del richiedente, nell’anno in cui si domanda il sostegno di cui si tratta, sia al di sotto o pari a 8.174,00 euro.

Ammontare del bonus

Come abbiamo visto l’importo massimo che può raggiungere il bonus genitori divorziati o separati 2022 è pari a 800 euro al mese. Si chiarisce che l’ammontare complessivo del beneficio potrà coprire in parte o in tutto il valore dell’assegno di mantenimento dovuto dal genitore separato o divorziato. Il bonus genitori separati 2022 arriva ad massimo 800 euro mensili tale per cui nel caso in cui l’ex coniuge debba versare 600 euro al mese e a causa dei problemi economici ne può corrispondere solo 200, riceverà 400 euro per poter coprire l’intera somma dovuta.

Dati questi presupposti è possibile affermare che l’assegno in oggetto può arrivare fino ad un valore di 800 euro al mese per la durata massima di un anno e dunque può comportare l’attribuzione di un totale di 9.600 euro.

Ricerca

INAIL

Iscriviti Alla Nostra Newsletter

Ricevi mensilmente nella tua mail tutti gli aggiornamenti su pensioni, invalidità civile, prestazioni a sostegno del reddito e tutto ciò che riguarda il comparto previdenziale e socio assistenziale.

Ti sei iscritto con successo alla Newsletter di Nonsolopensioni.it