Che cos’è?

Il bonus bebè, chiamato anche assegno di natalità, è un contributo economico a sostegno del reddito che lo stato eroga a quelle famiglie che possiedono un basso reddito familiare, e che si ritrovano a dover affrontare le spese per la nascita di un figlio.

bonus bebè che cos'è

Il bonus bebè è stato disciplinato per la prima volta nel nostro ordinamento dalla L. n. 19072014, ed era valevole per un periodo di tre anni a favore dei nati o adottati nel triennio 2015/2017, questo periodo è stato successivamente prorogato ma esclusivamente per un anno, ed infine la legge di bilancio 2020 con il decreto fiscale ha ulteriormente prorogato la prestazione.

Bonus bebè 2020 quali sono le novità:

Dal 2020, per le famiglie che avranno un nuovo nato o adottato nel corso dell’anno, sono state previste delle novità importanti:

  • La proroga del bonus bebè con le condizioni dell’anno precedente;
  • Un aumento del 20% sull’importo del bonus a partire dal secondo figlio in poi.
  • Il bonus bebè sarà esteso a tutte le famiglie e la soglia del reddito isee sarà tenuta in considerazione per la sola determinazione dell’importo.

Bonus bebè: Quali sono i nuovi importi:

Come è stato già detto, l’ultima legge di bilancio ha ridefinito gli importi del bonus bebè aumentandone l’importo del 20% dal secondo figlio in poi, ma andiamo a vedere nello specifico quali sono gli importi spettanti alle famiglie beneficiarie:

Primo figlio:

  • Bonus di 80 euro per chi ha un reddito al di sopra dei 40mila euro;
  • Bonus di pari a 120 euro perchi  ha redditi compresi tra 7.001 e 40mila euro;
  • Bonus pari a 160 euro che per chi ha redditi inferiori a 7mila euro.

Secondo figlio:

  • Bonus di 96 euro per chi ha un reddito al di sopra dei 40mila euro;
  • Bonus di 104 euro al mese per chi ha un reddito compreso tra i 39.999 euro e i 7.001 euro;
  • Bonus di 192 euro per chi ha un reddito inferiore ai 7.000 euro.

Bonus bebè secondo figlio 2020 requisiti Insp:

Per ottenere il bonus bebè, oltre a possedere determinati requisiti reddituali, vi sono ulteriori parametri che l’inps considera ai fini della liquidazione e del mantenimento della prestazione, andiamo a vedere quali:

  • Il bonus bebè secondo figlio spetta alle neo mamme in seguito alla nascita di un secondo figlio, affidato o adottato;
  • Il pagamento della prestazione viene effettuato fin quando permangono i requisiti di reddito, residenza anagrafica e convivenza;
  • Per avere diritto al bonus bebè secondo figlio, occorre avere la residenza in Italia;
  • Deve sussistere la convivenza con il nascituro;
  • La neo mamma deve essere: cittadina Italiana, o di uno stato membro dell’Unione Europea, o extracomunitaria con regolare permesso di soggiorno.

bonus bebè requisiti

Bonus Bebè 2020 come richiederlo

I passaggi per richiedere il bonus bebè sono abbastanza semplici:

  • occorrerà per prima cosa richiedere un’attestazione isee presso un centro caf/patronato;
  • una volta in possesso dell’attestazione e quindi consapevoli della fascia di reddito all’interno della quale si rientra si potra effettuare domanda di bonus bebè 2020;

Per inoltrare la domanda del bonus abbiamo due diverse modalità:

  • la prima è quella autonoma. Se in possesso di pin cittadino o spid, potremo accedere autonomamente al portale telematico dell’inps e inoltrare la domanda di bonus bebè 2020 all’iinterno dell’apposita sezione;
  • la seconda è quella di affidarsi ad un centro caf/patronato delegando l’inoltro e ricevendo assistenza gratuita.