Pensione di vecchiaia contributiva 5 anni

pensione di vecchiaia contributiva
Tempo di lettura < 1 minuto

Per tutti i soggetti che possono far valere una posizione contributiva successiva al 31/12/1995, quindi rientranti nel sistema di calcolo contributivo, vi è la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia con dei requisiti diversi rispetto a quelli tradizionalmente conosciuti.

Dal sistema di calcolo prende infatti il nome la nuova pensione di vecchiaia contributiva, sostanzialmente questa prestazione può essere utilizzata da tutti quei soggetti che possiedono una scarsa contribuzione previdenziale e congiuntamente si ritrovano in età avanzata.


Pensione di vecchiaia contributiva 5 anni: Requisiti

Come abbiamo già evidenziato nel paragrafo precedente, la pensione di vecchiaia contributiva si differenzia da quella tradizionale, oltre che per il sistema di calcolo, per la possibilità di essere percepita con soli 5 anni di contribuzione.

Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono i requisiti che ne determinano il diritto:

  • 71 anni di età;
  • Almeno 5 anni di contributi;
  • Nessuna presenza di contribuzione versata prima del 1/1/1996;
  • L’importo dell’assegno pensionistico deve essere pari a 1,5 volte l’assegno sociale Inps.

Vi è da specificare che, a causa del sistema di calcolo penalizzante “contributivo”, quello che potrebbe risultare un vantaggio in termini di requisiti contributivi per accedere alla pensione di vecchiaia, concretamente risulterà penalizzante, rispetto alla comune pensione di vecchiaia calcolata con il sistema “retributivo” o misto, nell’importo mensile dell’assegno.

Post consigliati