Che cos’è?

L’assegno mensile di invalidità civile è una prestazione concessa ai soggetti di età compresa tra i 18 e i 65 anni, con sensibile riduzione della capacità lavorativa che si trovano in uno stato di bisogno economico e di mancato collocamento lavorativo.

Assegno mensile di invalidità civile: Requisiti

  • Ottenere, da una commissione incaricata, un riconoscimento di invalidità compresa tra il 74% e il 99%;
  • Rispettare i limiti reddituali prefissati;
  • Cittadinanza italiana o regolare permesso di soggiorno della durata minima di un anno;
  • Non svolgere alcuna attività lavorativa;
  • Residenza stabile nel territorio Italiano;
  • Età compresa tra i 18 e i 65 anni e 7 mesi.

Durata e decorrenza assegno mensile di invalidità civile

L’assegno viene erogato dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda e viene erogato fino a 65 anni e 7 mesi di età oltre la quale lo stesso, nel caso in cui il soggetto non possieda una posizione contributiva che permette l’erogazione di una prestazione previdenziale, viene trasformato in assegno sociale.

Incompatibilità

L’assegno mensile di invalidità civile è incompatibile con qualsiasi prestazione diretta di invalidità. L’interessato può optare per il trattamento economicamente più favorevole tenendo conto che la rinuncia all’ uno o all’altro è irrevocabile per l’inps, eccezion fatta per i titolari di rendita Inail per i quali l’opzione non comporta una rinuncia al diritto, ma solo la sospensione dell’erogazione della prestazione.

Assegno mensile di invalidità civile: Importi

L’importo della prestazione viene aggiornato annualmente sulla base di indicazioni ministeriali che tengono in considerazione il costo della vita e l’inflazione.

L’importo della prestazione nel 2019 è stato fissato a 285,66 euro, e il limite reddituale è di 4.906,72.